Collaborazioni | Temi | Sezioni | Casi Pratici | News | Link | Home
 
Il primo Portale Italiano di interesse interdisciplinare medico-giuridico sulla Dermatologia
La Rivista DL online
CeSIDeL
Centro Studi Italiano di Dermatologia Legale
CeSIDeL Modulo di Iscrizione
www.agendadeldermatologo.it

Rubrica
Aggiornamenti e riflessioni


EFFETTI INDESIDERATI E COMPLICANZE
DEI PEELING

G. Labrini - Parma
Coordinatore Nazionale GIDeL - AIDA


Diversi sono i motivi che possono essere in relazione all'insorgenza di complicanze, o che possono rappresentare concause favorenti o scatenanti le stesse, scolasticamente riferibili a:
  • probabili errori dell'operatore
  • cause imputabili al paziente
Gli effetti indesiderati o le complicanze risultano però quasi sempre imprevedibili ed impreviste, ed il confine tra possibili errori ed imprevedibilità è veramente sfumato. Un'accurata selezione dei pazienti, una corretta indicazione clinica, una precisa tecnica di esecuzione, da parte dell'operatore, ed il rispetto delle norme post peeling, da parte del paziente, costituiscono la premessa ideale di un risultato prevedibile e valido. Talora però si possono verificare, pur nell'apparente rispetto del protocollo, inattesi effetti indesiderati o, ancor peggio, temibili complicanze. La frequenza e la gravità delle stesse dipendono in genere dalla tipologia del peeling:
  • sostanza usata
  • sua concentrazione
  • livello di profondità
Teoricamente, più è alta la concentrazione dell'agente caustico, più il peeling risulterà profondo e potenzialmente più elevato sarà il rischio di complicanze. Gli effetti indesiderati, conseguenti a peeling molto superficiali e superficiali, sono quasi sempre spontaneamente reversibili, e si limitano generalmente a lievi reazioni post flogistiche o a temporanee discromie. Complicanze più temibili, sia pur rare, sono invece da ascriversi a peeling medio-profondi e profondi, e sono rappresentate da infezioni, significative alterazioni pigmentarie, esiti atrofici e/o cicatriziali. In aggiunta alle comuni norme di attenzione, é indispensabile anche valutare, prima di effettuare un peeling, patologie associate e trattamenti in corso o interrotti da breve tempo, in grado di ritardare o alterare i processi ed i tempi di guarigione. Saranno descritte le singole complicanze e suggerite le possibili strategie gestionali.


Bibliografia essenziale

  1. Labrini G.: Peeling chimici. In L. Celleno: Guida alla Dermatologia Cosmetologica, II° volume.
  2. Roma, Percorsi Editoriali di Carocci Editore, 2001, 79-90.
  3. Labrini G.:. Peeling: Acido Tricloroacetico in C.A. Bartoletti: Medicina Estetica Editrice Salus Internazionale, 1998, 549-555.
  4. Rubin M.G.: Manual of chemical peels Philadelphia, J.B. Lippincott Co., 1995


 Le ultime News          
IL DANNO BIOLOGICO PERSISTENTE
Le nostre Rubriche
Raccolta di Giurisprudenza
Aggiornamenti e riflessioni
L'Esperto risponde
Il Caso pratico del Mese
- Norme
- Linee Guida
- Tabelle
Sidec


www.scienzemedicolegali.it
www.scienzemedicolegali.it
Giovedì, 22 giugno 2017
Copyright© 2005-2017 - All rights reserved.     •     privacy policy     •     cookie policy