Collaborazioni | Temi | Sezioni | Casi Pratici | News | Link | Home
 
Il primo Portale Italiano di interesse interdisciplinare medico-giuridico sulla Dermatologia
La Rivista DL online
CeSIDeL
Centro Studi Italiano di Dermatologia Legale
CeSIDeL Modulo di Iscrizione
www.agendadeldermatologo.it

Rubrica
Il Caso pratico del Mese


Informazione Carente

Elementi essenziali

Viene riportato perché emblematico di non isolate ricorrenze reali

Agosto 2001
Una giovane paziente si accorgeva a livello dell'estremità dell'arto inferiore sx di un arrossamento cutaneo repentino che evolveva in poco tempo in una tumefazione calda al tatto e dolorosa.
Si rivolgeva al pronto soccorso estivo per insorgenza di febbre elevata. Veniva consigliato ricovero in ambiente medico, dove le venivano praticate le prime cure e diagnosticato un flemmone cutaneo. La paziente chiedeva un consulto specialistico per il peggioramento clinico locale e generale nei giorni di ricovero…veniva sottoposta a visita chirurgica che a sua volta consigliava consulenza specialistica dermatologica e tampone cutaneo che non venivano eseguite (il nosocomio in cui era ricoverata la paziente era sprovvisto di servizio dermatologico).
La paziente contestava da subito l'insufficiente counseling con i sanitari e la carente informazione sulla sua malattia, nonché il mancato approfondimento diagnostico in ambiente idoneo, circostanza che spinse i familiari alla dimissione volontaria della propria cara e a rivolgersi ad ambienti appropriati per le malattie cutanee. Nel secondo ricovero, dopo i dovuti accertamenti del caso, si procedeva a intervenire chirurgicamente per sopperire alla grave perdita di sostanza inerente il tessuto cutaneo e sottocutaneo. Conseguiva la guarigione con esiti discromico-cicatriziali dorso piede e parte inferiore gamba sx ed esiti discromici in sede di prelievo per innesto.
Tra le ipotesi diagnostiche causali alternative alla diagnosi morfologica di flemmone gangrenoso, sono da considerare, in rapporto al caso specifico, l'eresipela e il pioderma gangrenoso.

Contenzioso

"... la paziente contesta l'operato dei sanitari del primo ricovero, non tanto per la competenza professionale, che comunque era di ordine generico e non specialistico, ma per l'omissione delle dovute informazioni sulla gravità della sua malattia, nella fattispecie "esteso flemmone gangrenoso", della gamba sinistra, che se correttamente rese, le avrebbero consentito di rivolgersi presso ambienti più qualificati … e scegliere terapie alternative più appropriate…"

Conclusioni
Contestata responsabilità professionale per carente informazione lesiva del diritto del paziente all'autodeterminazione nelle scelte riferite alla particolare situazione clinica.



 Le ultime News          
IL DANNO BIOLOGICO PERSISTENTE
Le nostre Rubriche
Raccolta di Giurisprudenza
Aggiornamenti e riflessioni
L'Esperto risponde
Il Caso pratico del Mese
- Norme
- Linee Guida
- Tabelle
Sidec


www.scienzemedicolegali.it
www.scienzemedicolegali.it
Sabato, 25 novembre 2017
Copyright© 2005-2017 - All rights reserved.     •     privacy policy     •     cookie policy