Collaborazioni | Temi | Sezioni | Casi Pratici | News | Link | Home
 
Archivio NEWS

Archivio News

06/04/2007 N° viste: 2703

CORTE dei CONTI

interventi non giustificati da esigenze patologiche, il chirurgo risarcisce la ASL

Sussiste un comportamento connotabile come gravemente colposo, con conseguente condanna al risarcimento del danno erariale subito dalla ASL, ove dalle indagini si sia riscontrato che il chirurgo abbia posto in essere comportamenti concretizzatisi in interventi, comunque posti a carico del servizio sanitario, ma non aventi finalità cliniche atte a risolvere un problema di salute dei pazienti, bensì mere finalità estetiche, in palese contrasto con la normativa statale e regionale di riferimento; con un atteggiamento psicologico, desunto anche dalle dichiarazioni di alcune pazienti, persuasivamente confermato come improntato a grave leggerezza professionale (caso di interventi di mastoplastiche riduttive, mastoplastiche additive, orecchie a sventola, liposuzioni).

Fonte: www.dirittosanitario.net


 

Copyright © 2005-2015 DermatologiaLegale.it - All rights reserved     •     privacy policy     •     cookie policy